FORZA EUROPA

Cosa emerge dalla Dichiarazione dei leader dei 27 Stati membri riunitisi a Roma per rievocare, a 60 anni esatti di distanza, lo spirito dei due Trattati di Roma istitutivi della CEE e della CEEA o Euratom traFrancia, Germania Ovest, Italia, Paesi Bassi e LussemburgoInnanzitutto, lrsquoldquoorgoglio dei risultati raggiuntirdquo. Da questrsquoimmediata e lapidaria dichiarazione di apertura del Documento, a fronte delle critiche ricorrenti, non solo confermata, ma esce rafforzata la costruzione del progetto originario di Unione Europea, in ordine quindi allrsquoedificazione e al completamento di ldquouna grande potenza economica che pu vantare livelli senza pari di protezione sociale e welfarerdquo.Dopo lrsquoelenco delle difficolt storiche presenti - ldquoconflitti regionali, terrorismo, pressioni migratorie crescenti, protezionismo e disuguaglianze sociali ed economicherdquo -, il Documento sottolinea la ldquonecessitrdquo di un impegno comune ldquoa ritmi e con intensit diversirdquo e ldquoin linea con i trattatirdquo.In sequenza immediata ed esplicativa, la ldquonecessitrdquo deriva dal fatto che tutti gli Stati firmatari riconoscono che ldquoagendo singolarmente saremmo tagliati fuori dalle dinamiche mondialirdquo. A tale proposito, lrsquoesperienza della Grecia insegna.Senzrsquoaltro complessa appare invece la strategia di azione propositiva racchiusa sinteticamente in 4 punti1. UnrsquoEuropa sicura 2. UnrsquoEuropa prospera e sostenibile 3. UnrsquoEuropa sociale 4. UnrsquoEuropa pi forte sulla scena mondiale. E dunque, a tale proposito, proviamo a fare chiarezza.Innanzitutto, nella Dichiarazione comune sono riportati significativamente il principio e il metodo da adottare, ovvero il ldquorispetto del principio di sussidiarietrdquo, operando in modo ldquoche lrsquoUnione sia grande sulle grandi questioni e piccola sulle piccolerdquo e, come evidenziato, ldquolavorando insieme nellrsquoambito del Consiglio europeo e tra le istituzionirdquo.Tale sottolineatura finale di nuovo conferma e rafforza anche la strategia operativa che fa leva, per lrsquoappunto ldquoin linea con i trattatirdquo, sul Consiglio Europeo - organo drsquoindirizzo politico dellrsquoUE, formato dai Capi di stato e di governo dei Paesi membri, dal Presidente dellrsquoorgano stesso e dal presidente della Commissione - i cui poteri erano gi stati ampliati con lrsquoentrata in vigore 2009 del Trattato di Lisbona.In definitiva, si tratta evidentemente di proseguire, sulla via gi tracciata, in merito alle nuove sfide, e in particolare agire al fine di1.garantire la libera circolazione dei cittadini allrsquointerno dei confini ma nel contempo che ldquole frontiere esterne siano protette, con una politica migratoria efficace, responsabile e sostenibile, nel rispetto delle norme internazionalirdquo2.adoperarsi ldquoper il completamento dellrsquoUnione economica e monetariardquo e in prospettiva creare ldquoopportunit di crescita, coesione, competitivit, innovazione e scambio, in particolare per le piccole e medie impreserdquo3.favorire ldquoil progresso economicordquo insieme al ldquoprogresso socialerdquo, tenendo conto ldquodella diversit dei sistemi nazionali e del ruolo fondamentale delle parti socialirdquo.E infine, ma non ultimo, il punto UnrsquoEuropa pi forte sulla scena mondialeche ldquopromuova la stabilit e la prosperit nel suo immediato vicinato a est e a sud, ma anche in Medio oriente e in tutta lrsquoAfrica e nel mondordquo hellip, ldquoin cooperazione e complementarit con lrsquoOrganizzazione del trattato del Nord Atlanticordquo hellip, ldquoattiva in seno alle Nazioni Unite in difesa di un sistema multilateralerdquo. Il che, tradotto, significa avanti con il metodo del G-20, ovvero il forum dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali dei paesi maggiormente industrializzati, nato nel 1999 a fronte di ripetute crisi finanziarie internazionali.Forza Europa Angelo Giubileo Come Scrivere un Libro, la Casa Editrice Edizioni Paguro un'Associazione Culturale e Casa Editrice con sede a Mercato San Severino in provincia di Salerno che nasce con lo scopo di praticare e propagandare tutte Ie attivit di natura culturale ed intellettuale legate al tessuto sociale, culturale, artistico ed economico. Edizioni Paguro cura la redazione e I'edizione di libri, testi e riviste che trattano ogni campo del sapere, tanto umanistico quanto scientifico. Pubblica volumi di carattere accademico e non in materia di arte, diritto, economia, filosofia, sto ria, politica, sociologia, antropologia, letteratura, narrativa, poesia, matematica, fisica, biologia e molto altro ancora. Edizioni Paguro si impegna a promuovere, pubblicizzare, distribuire e commercializzare i diversi prodotti e servizi di natura editoria le e non realizzati e erogati per mezzo di una rete ben strutturata di canali tradizionali, reti informatiche e telematiche. All'editoria tradizionale, Edizione Paguro affianca, su esplicita commissione dei propri autori, una serie di attivit e servizi correlati quali marketing d'auto re, produzione di materiale promozionale segnalibri customizzati, bigliettini da visita, locandine, manifesti ecc., organizzazione diretta eo indiretta di manifestazioni, convegni, dibattiti, seminari e corsi di formazione e di studio per enti pubblici eo privati, con mostre ed esposizioni di ogni genere. Edizioni Paguro fa della libert di espressione e di divulgazione delle idee il proprio credo, e sostiene, nel limite delle proprie possibilit, tutti coloro che vogliono dare inchiostro al proprio pensiero, purch lo facciano con rispetto, responsabilit e passione.

 
 
 
 
 
 
 
 
Edizioni Paguro
Catalogo
Collane
Autori
Pubblica con noi
Eventi/News
Downloads
 
Edizioni Paguro
 
AREA CLIENTI
 
COMUNICAZIONI
 
LA CASA EDITRICE
 
RETE DI VENDITA
 
INFORMAZIONI
 
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
 
FORZA EUROPA!
FORZA EUROPA!
500-400
FORZA EUROPA!

Cosa emerge dalla Dichiarazione dei leader dei 27 Stati membri riunitisi a Roma per rievocare, a 60 anni esatti di distanza, lo spirito dei due Trattati di Roma istitutivi della CEE e della CEEA (o Euratom) tra Francia, Germania Ovest, Italia, Paesi Bassi e Lussemburgo?

Innanzitutto, l’“orgoglio dei risultati raggiunti”. Da quest’immediata e lapidaria dichiarazione di apertura del Documento, a fronte delle critiche ricorrenti, non solo è confermata, ma esce rafforzata la costruzione del progetto originario di Unione Europea, in ordine quindi all’edificazione e al completamento di “una grande potenza economica che può vantare livelli senza pari di protezione sociale e welfare”.

Dopo l’elenco delle difficoltà storiche presenti - “conflitti regionali, terrorismo, pressioni migratorie crescenti, protezionismo e disuguaglianze sociali ed economiche” -, il Documento sottolinea la “necessità” di un impegno comune “a ritmi e con intensità diversi” e “in linea con i trattati”.

In sequenza immediata ed esplicativa, la “necessità” deriva dal fatto che tutti gli Stati firmatari riconoscono che “agendo singolarmente saremmo tagliati fuori dalle dinamiche mondiali”. A tale proposito, l’esperienza della Grecia insegna.

Senz’altro complessa appare invece la strategia di azione propositiva racchiusa sinteticamente in 4 punti: 

1. Un’Europa sicura
2. Un’Europa prospera e sostenibile
3. Un’Europa sociale
4. Un’Europa più forte sulla scena mondiale
.

E dunque, a tale proposito, proviamo a fare chiarezza.
Innanzitutto, nella Dichiarazione comune sono riportati significativamente il principio e il metodo da adottare, ovvero il “rispetto del principio di sussidiarietà”, operando in modo “che l’Unione sia grande sulle grandi questioni e piccola sulle piccole” e, come evidenziato, “lavorando insieme nell’ambito del Consiglio europeo e tra le istituzioni”.

Tale sottolineatura finale di nuovo conferma e rafforza anche la strategia operativa che fa leva, per l’appunto “in linea con i trattati”, sul Consiglio Europeo - organo d’indirizzo politico dell’UE, formato dai Capi di stato e di governo dei Paesi membri, dal Presidente dell’organo stesso e dal presidente della Commissione - i cui poteri erano già stati ampliati con l’entrata in vigore (2009) del Trattato di Lisbona.

In definitiva, si tratta evidentemente di proseguire, sulla via già tracciata, in merito alle nuove sfide, e in particolare agire al fine di:

1.     garantire la libera circolazione dei cittadini all’interno dei confini ma nel contempo che “le frontiere esterne siano protette, con una politica migratoria efficace, responsabile e sostenibile, nel rispetto delle norme internazionali”;

2.     adoperarsi “per il completamento dell’Unione economica e monetaria” e in prospettiva creare “opportunità di crescita, coesione, competitività, innovazione e scambio, in particolare per le piccole e medie imprese”;

3.     favorire “il progresso economico” insieme al “progresso sociale”, tenendo conto “della diversità dei sistemi nazionali e del ruolo fondamentale delle parti sociali”.

E infine, ma non ultimo, il punto : Un’Europa più forte sulla scena mondiale che “promuova la stabilità e la prosperità nel suo immediato vicinato a est e a sud, ma anche in Medio oriente e in tutta l’Africa e nel mondo” (…), “in cooperazione e complementarità con l’Organizzazione del trattato del Nord Atlantico” (…), “attiva in seno alle Nazioni Unite (in difesa di) un sistema multilaterale”. Il che, tradotto, significa avanti con il metodo del G-20, ovvero il forum dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali dei paesi maggiormente industrializzati, nato nel 1999 a fronte di ripetute crisi finanziarie internazionali.

Forza Europa!

[ Angelo Giubileo ]



FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo

Leggi anche:
Filosofia
Avverso Severino
Quando ho letto, ieri sul «Corriere della sera», la notizia che alcuni importanti esponenti del mondo cattolico av...
>>
Filosofia Antica
Il Parmenide di Platone
Il Parmenide di Platone è ritenuto “il testo filosofico più complesso e indecifrabile del pensie...
>>
Filosofia
Sulla Natura dell'Essere e della Ricerca
Transumanar significar per verba non si poria; però l’essemplo (di Glauco) basti a cui esperienza grazi...
>>
Filosofia Antica
Le vie di Elea
In questo breve saggio, procederemo sulla via di elementi certi e incerti, dati di conoscenza acquisiti e parimenti ipotesi, n...
>>
FINANZA
Le ZES e il futuro del Sud-Italia
Sulla G. U. del 20 giugno u.s., è stato pubblicato il decreto legge n. 91 recante Disposizioni urgenti per la crescita ec...
>>
POESIA
Il grande Pan vivo
ACQUA Grande è l'acqua di Oceano l’oceano dell’ essere di più Nemo fin gi&ug...
>>
POLITICA
I missili di Trump e la storia che non finisce
Ascoltato consigliere per la politica estera durante la corsa e l’elezione di Barack Obama alla presidenza degli Stati U...
>>
Filosofia
L'Ultimo Uomo
Una storiografia improntata a un evoluzionismo volgare ci rend(o)no più difficoltoso l’accesso alle civiltà...
>>
Filosofia
Ritorno a Elea
In tempi di populismo - che, ribadisco ancora una volta, non si sa esattamente cosa sia e in generale è comunque inteso...
>>
NEWSLETTER
ISCRIVITI
VUOI RICEVERE LE NOSTRE NEWS?
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
CATEGORIE
AUTORI
SCRIPTOR DIXIT
POLITICA
FILOSOFIA
FILOSOFIA ANTICA
FINANZA
POESIA
CONCORSI LETTERARI 2018
LETTERE DA BABBO NATALE
POESIA
EDIZIONI PAGURO
INFORMAZIONI
EVENTI
ARTE
FIERE
POESIA
SPORT
UNISA
IMPEGNO SOCIALE
BULLISMO
MOSTRE
ESTASI
MOSTRE
TRINITA
PREMI
POESIA
PUBBLICAZIONI
SALERNO
RECENSIONI
FILOSOFIA
POESIA
STORIA
SIAE - SI ILLUMINA
LETTERATURA FANTASY
ARCHIVIO
GENNAIO 2019
NOVEMBRE 2018
OTTOBRE 2018
SETTEMBRE 2018
LUGLIO 2018
APRILE 2018
MARZO 2018
DICEMBRE 2017
NOVEMBRE 2017
OTTOBRE 2017
SETTEMBRE 2017
AGOSTO 2017
LUGLIO 2017
GIUGNO 2017
MAGGIO 2017
APRILE 2017
MARZO 2017
FEBBRAIO 2017
GENNAIO 2017
DICEMBRE 2016
NOVEMBRE 2016
OTTOBRE 2016
SETTEMBRE 2016
AGOSTO 2016
GIUGNO 2016
MAGGIO 2016
APRILE 2016
MARZO 2016
FEBBRAIO 2016
GENNAIO 2016
OTTOBRE 2015
 
Catalogo
 cerca
PROSSIME USCITE +
ANIMAZIONE E VIDEOGIOCHI +
ARTI +
DIRITTO ED ECONOMIA +
FILOSOFIA E STORIA +
NARRATIVA E POESIA +
SCIENZE SOCIALI +
STUDI IBERO E IBERO-AMERICANI +
UNISA +
PROMO +

Offerte
 cerca
SOCIALTOOLS +
STAMPA +

Promozioni
 
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tel. 39.089.821723
 
|
|
|
|
|
 
Clicca qui per personalizzare il sito
 
CPANEL
Theme color:
 
 
Font size:
 
10 pt
12 pt
14 pt
16 pt
18 pt
 
Background:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
FORZA EUROPA editrice napoli fanucci casa vertigo
Home
Autori
Collane
Pubblica con noi
Condizioni di vendita
News
Contatti
Email
089.821723
328.9670221