La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna

I primi interventi da parte della Chiesa contro la stregoneria si ebbero prima del 5 Dicembre 1484, la data in cui verr emanata la bolla pontificia Summis desiderantes affectibus da parte di Innocenzo VIII. Le disposizioni papali con cui si ufficializzeranno la caccia alle streghe e lrsquoInquisizione, uno speciale tribunale volto a procedere formalmente contro queste ultime attraverso azioni giudiziarie, funzionari inquisitoriali e processi con annessa pena di morte sono, infatti, lrsquoultimo momento di un percorso iniziato gi nel XIII secolo. Nel 1252 papa Innocenzo IV autorizz lrsquouso della tortura per estorcere confessioni a quelle donne che erano state accusate di stregoneria successivamente anche Alessandro IV diede lrsquoautorizzazione ad impiegare la tortura e la pena di morte per tutti quei processi di eresia che fossero allo stesso tempo vincolati alle accuse di stregoneria. La vera e propria ldquocaccia alle stregherdquo, tuttavia, si avr a partire dal 5 Dicembre 1484, a cavallo tra il Medioevo e lrsquoEt moderna, quando la bolla promulgata da papa Innocenzo VIII impose di inquisire e giudicare tutte le donne che in Europa si fossero macchiate di tale crimine 1. Nel Malleus Maleficarum, una sorta di ldquomanuale dellrsquoinquisitorerdquo redatto da due inquisitori della chiesa cattolica, J. Kramer e H. Spranger nel 1487, vengono elencate con perizia tutte le malefatte compiute dalle streghe alla met del XV secolo uccidono il bambino nel ventre della madre, stregano uomini, donne, animali da tiro, mandrie, greggi, fanno morire le vigne, causano dolorose e terribili malattie interne, impediscono agli uomini di procreare e alle donne di concepire 2.Nel Malleus Maleficarum, inoltre, vi esplicitamente riportato che le streghe accusate dovessero essere, necessariamente, sottoposte a tortura. La maggior parte delle persone accusate di stregoneria, nel periodo in cui fu redatta lrsquoopera, erano donne e la motivazione ci viene data con dovizia di particolari nello stesso ldquoMartello delle stregherdquo tutta la stregoneria deriva dalla lussuria della carne che nelle donne insaziabilehellip che cosrsquo la donna se non un nemico dellrsquoamicizia Unrsquoinevitabile punizione Un male necessario Una tentazione naturale3Dunque, nonostante si reputassero gli uomini al pari delle donne nel praticare magia nera e nello scatenare eventi catastrofici - basti ricordare i tempestarii del periodo alto medievale che erano accusati di generare tempeste con i loro malefici e terrorizzare la popolazione locale - le donne venivano ritenute moralmente pi fragili e, di conseguenza, maggiormente schiave del desiderio e facilmente sottomesse al Demonio4. Le ricerche condotte in archivio da parte di molti studiosi ci hanno restituito delle importantissime testimonianze scritte riguardanti i processi consumatisi verso la fine del XV secolo contro un alto numero di donne accusate di stregoneria. Un esempio il processo riguardante le streghe nel Canavese, il cui materiale stato portato alla luce da Pietro Varya e successivamente raccolto nel volume Le streghe del Canavese, in cui viene ripercorso il processo che vide protagoniste alcune donne macchiatesi di diversi reati ricondotti in quel periodo alla stregoneria. possibile indicare i capi drsquoaccusa aver prestato fedelt a demoni infernali aver commesso atti sessuali carnalem copulam con Pietro, Gabriele e Giovanni, demoni infernali aver partecipato a sette in numerosi luoghi ldquonei quali menavano danze e facevano le loro sinagoghe al suono e al canto dei demoni infernali, ballavano con essi e con gli altri della loro settardquo aver riesumato cadaveri dai cimiteri per produrre polveri dalle loro ossa e causare malefici con queste ultime. Lrsquoelenco continua e si arricchisce con altri nomi le accuse sono quasi sempre riferite agli stessi delitti ammascamento 5di bambini concubinaggio attuato con filtri ed altri mezzi magici malefici contro animali domestici e bovini. La sentenza non tard ad arrivare e il 7 Novembre del 1474, in localit Pra Quazoglio, duedelle donne accusate furono arse vive per delle prove drsquoaccusa ritenute ldquoincrollabilirdquo 6. Ulteriori esempi di caccia alle streghe si intensificheranno a cavallo tra il XVI e XVII secolo, ne abbiamo testimonianza attraverso i numerosi documenti drsquo archivio portati alla luce, come quelli riguardanti il processo delle streghe di Cassano drsquo Adda in cui, nelle visite pastorali si parla di diverse donne inquisite per il reato di stregoneria e mandate al rogo7.1 S. ABBIATI, A. AGNOLETTO, La stregoneria, Milano 1984, pp. 340-341.2 Malleus Maleficarum, parte III.3 C. RAZETO, Diabolicus, le radici del male, Reggio Emilia 2016. 4 CAVADINI LINDA, La caccia alla streghe, www.mondimedievali.net, parte III.5 Ammascamento maleficio causato da streghe o stregoni. Chi veniva ammascato doveva togliersi il maleficio con diversi rituali ad esempio portando attaccato al collo un sacchetto con del sale.6P. VARYA,Le streghe del Canavese, Torino 1970 p. 178.7E. VACCA, processo alla streghe a Cassano drsquo Adda, www.Medievale.it.di Mariano CiarlettaCome Scrivere un Libro, la Casa Editrice Edizioni Paguro un'Associazione Culturale e Casa Editrice con sede a Mercato San Severino in provincia di Salerno che nasce con lo scopo di praticare e propagandare tutte Ie attivit di natura culturale ed intellettuale legate al tessuto sociale, culturale, artistico ed economico. Edizioni Paguro cura la redazione e I'edizione di libri, testi e riviste che trattano ogni campo del sapere, tanto umanistico quanto scientifico. Pubblica volumi di carattere accademico e non in materia di arte, diritto, economia, filosofia, sto ria, politica, sociologia, antropologia, letteratura, narrativa, poesia, matematica, fisica, biologia e molto altro ancora. Edizioni Paguro si impegna a promuovere, pubblicizzare, distribuire e commercializzare i diversi prodotti e servizi di natura editoria le e non realizzati e erogati per mezzo di una rete ben strutturata di canali tradizionali, reti informatiche e telematiche. All'editoria tradizionale, Edizione Paguro affianca, su esplicita commissione dei propri autori, una serie di attivit e servizi correlati quali; marketing d'auto re, produzione di materiale promozionale segnalibri customizzati, bigliettini da visita, locandine, manifesti ecc., organizzazione diretta eo indiretta di manifestazioni, convegni, dibattiti, seminari e corsi di formazione e di studio per enti pubblici eo privati, con mostre ed esposizioni di ogni genere. Edizioni Paguro fa della libert di espressione e di divulgazione delle idee il proprio credo, e sostiene, nel limite delle proprie possibilit, tutti coloro che vogliono dare inchiostro al proprio pensiero, purch lo facciano con rispetto, responsabilit e passione.

 
 
 
 
 
 
 
 
Edizioni Paguro
Catalogo
Collane
Autori
Pubblica con noi
Eventi/News
Downloads
 
Edizioni Paguro
 
AREA CLIENTI
 
COMUNICAZIONI
 
LA CASA EDITRICE
 
RETE DI VENDITA
 
INFORMAZIONI
 
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
 
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo all'Et Moderna
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo all'Et Moderna
1280-959
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo all'Et Moderna
I primi interventi da parte della Chiesa contro la stregoneria si ebbero prima del 5 Dicembre 1484, la data in cui verrà emanata la bolla pontificia Summis desiderantes affectibus da parte di Innocenzo VIII. Le disposizioni papali con cui si ufficializzeranno la caccia alle streghe e l’Inquisizione, uno speciale tribunale volto a procedere formalmente contro queste ultime attraverso azioni giudiziarie, funzionari inquisitoriali e processi con annessa pena di morte sono, infatti, l’ultimo momento di un percorso iniziato già nel XIII secolo. Nel 1252 papa Innocenzo IV autorizzò l’uso della tortura per estorcere confessioni a quelle donne che erano state accusate di stregoneria; successivamente anche Alessandro IV diede l’autorizzazione ad impiegare la tortura e la pena di morte per tutti quei processi di eresia che fossero allo stesso tempo vincolati alle accuse di stregoneria. La vera e propria “caccia alle streghe”, tuttavia, si avrà a partire dal 5 Dicembre 1484, a cavallo tra il Medioevo e l’Età moderna, quando la bolla promulgata da papa Innocenzo VIII impose di inquisire e giudicare tutte le donne che in Europa si fossero macchiate di tale crimine [1]. Nel Malleus Maleficarum, una sorta di “manuale dell’inquisitore” redatto da due inquisitori della chiesa cattolica, J. Kramer e H. Spranger nel 1487, vengono elencate con perizia tutte le malefatte compiute dalle streghe alla metà del XV secolo: uccidono il bambino nel ventre della madre, stregano uomini, donne, animali da tiro, mandrie, greggi, fanno morire le vigne, causano dolorose e terribili malattie interne, impediscono agli uomini di procreare e alle donne di concepire [2]. Nel Malleus Maleficarum, inoltre, vi è esplicitamente riportato che le streghe accusate dovessero essere, necessariamente, sottoposte a tortura. La maggior parte delle persone accusate di stregoneria, nel periodo in cui fu redatta l’opera, erano donne e la motivazione ci viene data con dovizia di particolari nello stesso “Martello delle streghe”: tutta la stregoneria deriva dalla lussuria della carne che nelle donne è insaziabile… che cos’è la donna se non un nemico dell’amicizia? Un’inevitabile punizione? Un male necessario? Una tentazione naturale?[3] Dunque, nonostante si reputassero gli uomini al pari delle donne nel praticare magia nera e nello scatenare eventi catastrofici - basti ricordare i tempestarii del periodo alto medievale che erano accusati di generare tempeste con i loro malefici e terrorizzare la popolazione locale - le donne venivano ritenute moralmente più fragili e, di conseguenza, maggiormente schiave del desiderio e facilmente sottomesse al Demonio[4]. Le ricerche condotte in archivio da parte di molti studiosi ci hanno restituito delle importantissime testimonianze scritte riguardanti i processi consumatisi verso la fine del XV secolo contro un alto numero di donne accusate di stregoneria. Un esempio è il processo riguardante le streghe nel Canavese, il cui materiale è stato portato alla luce da Pietro Varya e successivamente raccolto nel volume Le streghe del Canavese, in cui viene ripercorso il processo che vide protagoniste alcune donne macchiatesi di diversi reati ricondotti in quel periodo alla stregoneria. È possibile indicare i capi d’accusa: aver prestato fedeltà a demoni infernali; aver commesso atti sessuali (carnalem copulam) con Pietro, Gabriele e Giovanni, demoni infernali; aver partecipato a sette in numerosi luoghi “nei quali menavano danze e facevano le loro sinagoghe al suono e al canto dei demoni infernali, ballavano con essi e con gli altri della loro setta”; aver riesumato cadaveri dai cimiteri per produrre polveri dalle loro ossa e causare malefici con queste ultime. L’elenco continua e si arricchisce con altri nomi; le accuse sono quasi sempre riferite agli stessi delitti: ammascamento [5] di bambini; concubinaggio attuato con filtri ed altri mezzi magici; malefici contro animali domestici e bovini. La sentenza non tardò ad arrivare e il 7 Novembre del 1474, in località Pra Quazoglio, due delle donne accusate furono arse vive per delle prove d’accusa ritenute “incrollabili” [6]. Ulteriori esempi di caccia alle streghe si intensificheranno a cavallo tra il XVI e XVII secolo, ne abbiamo testimonianza attraverso i numerosi documenti d’ archivio portati alla luce, come quelli riguardanti il processo delle streghe di Cassano d’ Adda in cui, nelle visite pastorali si parla di diverse donne inquisite per il reato di stregoneria e mandate al rogo[7].
 


[1] S. ABBIATI, A. AGNOLETTO, La stregoneria, Milano 1984, pp. 340-341.

[2] Malleus Maleficarum, parte III.

[3] C. RAZETO, Diabolicus, le radici del male, Reggio Emilia 2016.

[4] CAVADINI LINDA, La caccia alla streghe, www.mondimedievali.net, parte III.

[5] Ammascamento: maleficio causato da streghe o stregoni. Chi veniva ammascato doveva togliersi il maleficio con diversi rituali ad esempio portando attaccato al collo un sacchetto con del sale.

[6]
 P. VARYA, Le streghe del Canavese, Torino 1970 p. 178.

 

 

[7] E. VACCA, processo alla streghe a Cassano d’ Adda, www.Medievale.it.

di Mariano Ciarletta ]

La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet

Leggi anche:
Filosofia
Che cos' il DESTRUTTURALISMO?
Inesorabilmente, ogni «termine» del linguaggio, quale che sia, subisce l’usura del tempo, che è Crono...
>>
Filosofia
La dea VERITA'
Per questa volta, proverò a dirvi, ma indirettamente, anche di me e della mia attività di ricerca durata circa 3...
>>
Filosofia
Il fuso di Ananke
Il periodico La Lettura nell’edizione del 6 agosto u.s. informa che Kevin Mulligan, filosofo inglese nato nel ...
>>
FILOSOFIA ANTICA
IL PARADISO DI APOFI
L’ideologia dominante ha il potere di de-costruire i canoni e le tradizioni pre-esistenti, sostituendoli con nuovi....
>>
POESIA
AMBIENTE & POESIAA. Liriche di Anna Maria Noia
ODE SUL “RIGOPIANO” E la montagna si ripiegò su sé stessa, sprofondò!Ammantata di candida ...
>>
NUOVE TECNOLOGIE
STAGE IUDAV. Formiamo e Cresciamo Talenti nel campo delle Nuove Tecnologie
Dopo 3 giorni intensi di sviluppo il primo di una serie esperienze videoludiche creato da Edoardo Galati e Sergio Mazzola &egr...
>>
POLITICA INTERNAZIONALE
Brexit e non solo...
I trattati dell’Unione Europea non prevedono l’uscita di ogni singolo stato-nazione dall’organizzazione sovrao...
>>
Filosofia
Verita' e sistemi alternativi
Vi è in questo universo una supercoscienza, corrispondente a quello che noi, appartenendo ad una tradizione posteriore,...
>>
Filosofia
La Verit dei Social
I nuovi strumenti Social hanno un enorme potenzialità, che è quella di com-prendere più facilmente la logic...
>>
NEWSLETTER
ISCRIVITI
VUOI RICEVERE LE NOSTRE NEWS?
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
CATEGORIE
AUTORI
CURIOSIT
STORIA MEDIOEVALE
ACCESSORI DA LETTORE
CORSI DI FORMAZIONE
FILOSOFIA
FILOSOFIA ANTICA
FINANZA
LEZIONI DI FILOSOFIA ANTICA
LIBRERIE
MOSTRE MERCATO S. SEVERINO
NUOVE TECNOLOGIE
POESIA
POLITICA INTERNAZIONALE
RECENSIONI
TELEVISIONE
CONCORSI LETTERARI 2018
LETTERE DA BABBO NATALE
CONCORSI LETTERARI 2019
DREAMZZZ... ANTOLOGIA
EDIZIONI PAGURO
INFORMAZIONI
EVENTI
ARTE
FIERE
POESIA
SPORT
UNISA
IMPEGNO SOCIALE
BULLISMO
MOSTRE
ESTASI
MOSTRE
TRINITA
PREMI
POESIA
PUBBLICAZIONI
SALERNO
RECENSIONI
FILOSOFIA
POESIA
STORIA
SCRIPTOR DIXIT
FILOSOFIA
POESIA
SIAE - SI ILLUMINA
LETTERATURA FANTASY
ARCHIVIO
GIUGNO 2019
GENNAIO 2019
NOVEMBRE 2018
OTTOBRE 2018
SETTEMBRE 2018
LUGLIO 2018
APRILE 2018
MARZO 2018
DICEMBRE 2017
NOVEMBRE 2017
OTTOBRE 2017
SETTEMBRE 2017
AGOSTO 2017
LUGLIO 2017
GIUGNO 2017
MAGGIO 2017
APRILE 2017
MARZO 2017
FEBBRAIO 2017
GENNAIO 2017
DICEMBRE 2016
NOVEMBRE 2016
OTTOBRE 2016
SETTEMBRE 2016
AGOSTO 2016
GIUGNO 2016
MAGGIO 2016
APRILE 2016
MARZO 2016
FEBBRAIO 2016
GENNAIO 2016
OTTOBRE 2015
 
Catalogo
 cerca
PROSSIME USCITE +
ANIMAZIONE E VIDEOGIOCHI +
ARTI +
DIRITTO ED ECONOMIA +
FILOSOFIA E STORIA +
NARRATIVA E POESIA +
SCIENZE SOCIALI +
STUDI IBERO E IBERO-AMERICANI +
UNISA +
PROMO +

Offerte
 cerca
SOCIALTOOLS +
STAMPA +

Promozioni
 
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tel. 39.089.821723
 
|
|
|
|
|
 
Clicca qui per personalizzare il sito
 
CPANEL
Theme color:
 
 
Font size:
 
10 pt
12 pt
14 pt
16 pt
18 pt
 
Background:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
La caccia alle streghe dal Basso Medioevo allEt Moderna e shalom editore ardea utet
Home
Autori
Collane
Pubblica con noi
Condizioni di vendita
News
Contatti
Email
089.821723
328.9670221